Redmi K20, ne vale davvero la pena?

È stato presentato solo ieri il nuovo device della famiglia Redmi, un nuovo flagship killer stando ai fatti, ma ne varrà davvero la pena?

FOLLOW US | Seguiteci sulle nostre pagine InstagramTelegram e Facebook per ricevere nuovi aggiornamenti tech!

Gli anni in cui Oneplus, Oppo e Xiaomi erano dispositivi per soli utenti consapevoli, difficili da ottenere (basti pensare al sistema di prenotazione di Oneplus) e su cui bisognava “smanettare” per poterli utilizzare comodamente nel nostro paese, sono ormai solo un lontano ricordo (purtroppo!). I dispositivi che producevano appartenevano alla categoria dei Flagship Killer.

La presentazione di ieri del nuovo dispositivo di casa Redmi come flagship killer ha sollevato una grande attesa del dispositivo tra gli utenti, ma io credo che che non ne valga veramente la pena.

Il Redmi K20 è stato presentato come un vero combattente
Il Redmi K20 sarà in grado di combattere con gli altri dispositivi, anche di casa Xiaomi?

Bisogna premettere quella che è ormai una tendenza dei produttori, quella di creare concorrenza in casa tra i vari dispositivi. Prendiamo l’esempio dei dispositivi della famiglia Oppo con Snapdragon 710: ci sono diversi dispositivi tra Oppo, Vivo e Realme con oltre il 90% dell’ hardware in comune. Queste scelte sono logicamente dettate da ragioni di marketing, ma all’atto pratico sono inutili.

Ne varrà davvero la pena scegliere il K20 al posto del Mi 9?
Xiaomi sembra sia stata brava a crearsi concorrenza in casa!

Tornando al K20, la variante Pro ha concorrenza in casa Xiaomi con il Mi 9, che potreste verificare voi stessi da quì.

Venendo ai prezzi poi, la differenza non è così marcata da spingere l’ago della bilancia verso il Redmi, i prezzi in Cina del dispositivo sono:

  • K20 6/64GB 260 euro circa.
  • K20 6/128 GB 270 euro circa.
  • K20 Pro 6/64 GB 330 euro circa.
  • K20 Pro 6/128 GB 340 euro circa.
  • K20 Pro 8/128 GB 360 euro circa.
  • K20 Pro 8/256 GB 390 euro circa.

Di certo distanti da quelli di presentazione del Mi 9 che si aggiravano sopra i €500, ma oggi è possibile portarsi a casa il top di gamma Xiaomi, con funzioni Extra come la Wireless Charge, in versione 6/64 gb a circa €360, non molto distanti dai €330 del K20 Pro a cui andranno aggiunte le tasse di importazione.

Altro aspetto da considerare prima di concludere è in cosa andrà a risparmiare Redmi per il suo K20, speriamo non negli aggiornamenti, perchè ormai Xiaomi e Redmi sono marchi separati, ma la MIUI (di proprietà Xiaomi) è concessa in Licenza a Redmi. Sarebbe un vero peccato vedere questi dispositivi, prodotti da aziende note per aggiornarli nel corso degli anni, ricevere solo gli aggiornamenti minimi garantiti da Google.

Fateci sapere la vostra nei commenti!

Francesco Paolo D'Onghia

Ciao, sono Francesco Paolo, blogger cresciuto con la passione per la tecnologia e i libri. Ho visto gli smartphone nascere, l’evolversi di ben 4 versioni di Windows e i software Linux-based diventare sempre più User friendly. Negli anni ho sviluppato una buona pratica nel modding, soprattutto grazie agli errori commessi. Questa passione mi spinge a voler aiutare altri con la tecnologia proponendo sempre nuove soluzioni. Stay Tuned!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.